Con i bitcoin il tempo non è più denaro

Tempo stimato di lettura: 2 minuti

La moneta è una convenzione sociale con la quale le comunità si accordano per realizzare gli scambi economici, data la tecnologia al momento disponibile. Così siamo passati dal baratto alla moneta con valore intrinseco, dalle banconote ai bonifici online.

Abbiamo sperimentato tutti i lati positivi e negativi di una moneta fiduciaria, ora abbiamo la libertà di decidere insieme se accogliere la nuova tecnologia o meno.

L’uso dei bitcoin ha reso il tempo un fattore neutrale: mai a vantaggio o a sfavore di una delle parti. Il tempo, legato alle monete fiat come conseguenza dell’inflazione, ora è una variabile indipendente, e ciò ribalta il più importante concetto finanziario cui siamo abituati da millenni.

Se non c’è il tempo a far da padrone, allora le persone non sono più direttamente soggette ai fenomeni da esso causati, come:

–     Inflazione
–     Interessi
–     Demurrage (il costo associato con la proprietà o il possesso di valuta).

La moneta ha anche la funzione di “riserva di valore” che, per la sua natura inflazionistica, le fa perdere valore nel tempo. Tutto ciò concorre a farla spendere, a farla circolare. Dal punto di vista degli scambi, è un fatto positivo. Con una moneta inflazionistica mantenere fermo il denaro è una sicura perdita.

Con le monete tradizionali, euro o dollaro, proprio perché non si vuol perdere valore, ci si sente obbligati a spenderle o a investirle, scatenando la valanga degli interessi composti ed incrociati (non solo monetari) tra tutti i soggetti in gioco.

È in capo alle libere decisioni degli agenti economici inserire il tempo nelle transazioni per creare artificiosamente debiti e crediti da pagare entro una certa data, ma ciò non è legato intrinsecamente alla natura dei bitcoin. Rimane una scelta volontaria, non imposta da un classico sistema monetario.

Dal punto di vista teorico, un peer si può definire realmente peer se non c’è un’asimmetria di risorse, ossia se una delle parti non è favorita o svantaggiata da qualche fattore, ad esempio il tempo.

bitcoin_clessidra_big

Il sistema bitcoin prevede che l’offerta di moneta sia predeterminata, non soggetta a decisioni discrezionali, quindi scommettere sulla variabile tempo non ha senso…

Continua su Econopoly- Sole24Ore
L’immagine in testata è © Shutterstock
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

massimochi

Massimo Chiriatti è un tecnologo con Master nella gestione dell’ICT, descrive l’economia digitale e osserva le conseguenze sulle persone, in particolare sull’occupazione.
Collabora con il Sole24Ore-Nòva100.
Precedente "Funzionari nudi": un fenomeno in via d'estinzione Successivo Il leone del capitalismo diventa ministro della pianificazione

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.