Congiuntura: il Giappone gioca a rubamazzo?

Tempo stimato di lettura: 1

La banca centrale giapponese (BoJ) ha incrementato l’ammontare del programma di acquisti, accelerando il deprezzamento dello Yen verso tutte le valute principali, soprattutto vs USD. Sorge il sospetto che la politica adottata sia quella del “rubamazzo” (beggar-thy-neighbour), evocando le guerre commerciali del passato.

16. Congiunturab

Fughiamo ogni dubbio: niente guerra valutaria e niente crisi globale degli scambi commerciali! Il recente movimento dello Yen, per quanto violento, è relativo alla divergenza delle politiche monetarie e riflette l’andamento delle variabili economiche fondamentali: ripresa delle aspettative di inflazione (post-deflazione), e riduzione dei tassi reali (crescita economica); entrambi fattori coerenti con un deprezzamento della valuta.

Inoltre l’andamento dello Yen vs USD non alimenta gli squilibri internazionali: l’andamento della bilancia commerciale bilaterale verso gli USA (chart), contestualmente a politica fiscale restrittiva e riforme strutturali, giustifica l’utilizzo della valuta come fattore riequilibratore del differenziale di crescita. Un circolo virtuoso che dovrebbe fornire ulteriore spinta alla crescita globale.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
liukzilla

liukzilla

Wealth/Asset manager. Ha sposato la causa dei bond ed è ossessionato dalle banche centrali.
liukzilla

Latest posts by liukzilla (see all)

Precedente Oro o piombo? Successivo Pian piano: Titani

4 commenti su “Congiuntura: il Giappone gioca a rubamazzo?

  1. _beneathsurface il said:

    Dal post emerge che sia un movimento dovuto ad una reazione a fondamentali macro. Però non dici nulla sulla sospetta contestualità con la politica di tassi negativi, la quale è il migliore mezzo x ridurre i tassi del monetario e influenzare il tasso di cambio.
    Scelta tra l’altro simile a quella di diverse altre banche centrali.

  2. _beneathsurface il said:

    Ma porcamiseria! Si vede ancora il commento? No…non lo vedo infatti sul sito…uff…. boh!
    Storiaccia lunga: una tua fan il giorno 7 retweetta questo articolo e io penso “bello un nuovo post di Luca!”, apro il link, leggo e penso “forse sta male…qui manca metà della storia” e scrivo il commento e me ne esco.
    Dopo pochi secondi mi chiedo come mai sul profilo TW di PI non ci sia l’annuncio del tuo post, e rientro e solo allora leggo la data e mi affretto a cancellare il commento, sicuro di aver fatto il delitto perfetto.
    Chiedo la condizionale per manifesta cecità da calendario.

    • Ahahah, mitico. Questo errore mostra il tuo lato migliore, il tuo lato umano. Adesso devo andare a leggere la tua controrisposta sul Bondage del BTP… non so se me la sento di domenica mattina 😀

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.