Congiuntura: crescita americana al palo, che vuol dire?

Tempo stimato di lettura: 1 minuti

In occasione dell’esordio di #Congiuntura su Piano Inclinato di quasi un anno fa ho introdotto il concetto di “shit happens”; ovvero quei periodi limitati nel tempo in cui il PIL sorprende di molto in negativo. Il PIL del primo trimestre del 2015 è uno di quelli. Difatti è cresciuto di un modesto 0.2%, addirittura negativo (-0.5%) al netto delle scorte. La stessa Fed, nel comunicato post meeting FOMC del 29 Aprile ha confermato che “economic growth slowed during the winter months, in part reflecting transitory factors“. Tuttavia bisogna notare che alcuni dettagli negativi del PIL non sono da sottovalutare. In particolare la debolezza degli investimenti, il cui scenario di ripresa necessita di una conferma.

16. Congiuntura

Scenario base: l’attuale fase di accelerazione non è in discussione, sebbene ad un ritmo inferiore rispetto alle previsioni di fine 2014. Da verificare l’entità del rimbalzo dei dati macro nell’arco dell’intero 2ndo trimestre, ma la dinamica salariale (vedi ECI US Employment Cost Index) supporta questa visione.

Rischi sugli investimenti sono essenzialmente due: i) conosciuti (dollaro forte) sulle condizioni finanziarie e quindi sulla propensione agli investimenti; ii) il forte ridimensionamento degli invesitimenti nel settore energetico, incerto nella misura.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
liukzilla

liukzilla

Wealth/Asset manager. Ha sposato la causa dei bond ed è ossessionato dalle banche centrali.
liukzilla

Latest posts by liukzilla (see all)

2 thoughts on “Congiuntura: crescita americana al palo, che vuol dire?

  1. Aggiungerei che molti leading indicators macro già da qualche settimana anticipavano un ingrigimento del ciclo ammmericano. Peraltro alcuni di essi stanno tornando a dare sorprese positive, e la fiducia dei consumatori rimane comunque vicina ai livelli record del 2007. Potremmo essere stupiti di nuovo alla prossima lettura di PIL, ma questa volta in positivo.

    • Esattamente. E il linea con il mio concetto di “shit happens”. Domani guarderei un indicatore cruciale per validare questa idea: ISM New Orders, la cui ultima lettura è stata 52.9 dal precendente 57.8. Domani alle 16:00. Ciao

Lascia un commento