Obiettivi di inflazione flessibili, quanto margine c’è?

Avrete senz’altro sentito dire che dopo molti anni di inflazione inferiore agli obiettivi, le Banche Centrali possono tollerare una fase di inflazione superiore a quei target.
Già, ma quanto?
Ho provato a prendere la calcolatrice.

Ho preso tutti i dati dell’indice CPI (Consumer Price Index) americano dal 2008 a oggi.
Perché il 2008? Per posizionarmi prima dell’ultima Grande Crisi a cui seguì la stagione dell’espansione monetaria.
Su questi dati ho sovrapposto un teorico sviluppo annuo del 2%. In questo modo possiamo confrontare l’indice di inflazione realmente sviluppato con le diverse velocità di anno in anno e con la traiettoria del dove avrebbe dovuto essere crescendo sempre del 2%.

Credo sia interessante vedere il risultato:

CPI USA

La premessa era vera: tra il 2012 e il 2021 l’indice di inflazione era in crescente ritardo rispetto a dove avrebbe dovuto trovarsi, infatti le BC nel 2020 hanno iniziato a parlare di “target flessibile” alludendo a tolleranza per periodi di inflazione superiore a 2%. Ricordiamo infatti che il target di inflazione, formalmente, è: “vicino, ma inferiore, a 2%”.
Il target variabile consentiva di stimare politiche monetarie più accomodanti e ha spinto la corsa dei mercati finanziari.
Ma quel margine, come si vede dal grafico, è già riassorbito.

L’indice dei prezzi, che sembra stia riducendo la sua velocità di crescita, dovrebbe addirittura decrescere per tornare sulla traiettoria “giusta”.
E chiaramente non lo sta facendo (l’ultima rilevazione è +8,5% annuale).
Cosa ci dice questo?

Dice che la frase di Powell a Jackson Hole:

«il ripristino della stabilità dei prezzi richiederà tempo e l’utilizzo forzato dei nostri strumenti per portare domanda e offerta in un migliore equilibrio»

va presa molto seriamente. continua Powell:

«È probabile che la riduzione dell’inflazione possa richiedere un lungo periodo di crescita economica al di sotto del trend, ed un peggioramento delle condizioni del mercato del lavoro. Questo arrecherà sofferenza a famiglie e imprese»

Giovedì prossimo (8 settembre) tocca alla BCE decidere sui tassi. Un giorno prima del cruciale dispositivo europeo per il contenimento dei prezzi energetici.

Ma di questo parleremo in un prossimo articolo

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Latest posts by L'Alieno Gentile (see all)

Pubblicato da L'Alieno Gentile

Precedentemente conosciuto con il nickname Bimbo Alieno, L'Alieno Gentile è un operatore finanziario dal 1998; ha collaborato con diverse banche italiane ed estere. Contributor OCSE nel 2012, oggi è Global Strategist per l'asset management di una banca italiana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.