Deflazione: scontro BCE-FMI

Tempo stimato di lettura: 1

draghi lagarde

Il Fondo Monetario Internazionale ci ha provato ancora, appena prima della riunione della Banca Centrale Europea di oggi, a sollecitare un’azione concreta dall’Eurotower, un ammorbidimento della politica monetaria per aiutare crescita e creazione di lavoro.
Mario Draghi ha risposto piccato:

“L’FMI è sempre molto generoso di consigli con la Bce, ma potrebbe diffondere comunicati anche il giorno prima delle riunioni della Federal Reserve”

Il tema, per i paesi periferici, è molto sentito: il tasso di inflazione in Italia si è ridotto ad un misero 0,3%, in Spagna è ormai negativo a 0,2%. Il debito pubblico, a queste condizioni, ha un costo ancora molto superiore al tasso di crescita del paese, e questo impedisce di far rientrare il rapporto debito/PIL su livelli più virtuosi, facendo continuamente salire i costi dei bilanci pubblici.
Sappiamo bene quanto la Commissione Europea e la Banca Centrale tengano al rispetto del fiscal compact e al riordino dei conti pubblici. Perché allora arrivano decisioni che ne ostacolano il tragitto?

L’articolo prosegue sul quotidiano “Il Tirreno

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

L'Alieno Gentile

Precedentemente conosciuto con il nickname Bimbo Alieno, L'Alieno Gentile è un operatore finanziario dal 1998; ha collaborato con diverse banche italiane ed estere.
Contributor OCSE nel 2012, ancora oggi gestisce attivamente patrimoni finanziari

Latest posts by L'Alieno Gentile (see all)

Precedente Boom di Piazza Affari. Durerà? Successivo Le dimensioni dello sforzo della BCE

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.