Il mondo è impazzito e il sistema è a pezzi.

mondo impazzito

traduzione di un articolo originale di Ray Dalio

Il denaro è gratuito

per coloro che sono meritevoli di credito, perché gli investitori che glielo prestano sono disposti ad avere meno di quello che danno. Più specificamente, gli investitori che concedono prestiti a coloro che sono meritevoli di credito accetteranno tassi di interesse molto bassi o negativi e non richiederanno la restituzione del capitale per il prossimo futuro.

Lo stanno facendo perché hanno un’enorme quantità di denaro da investire. Denaro che è stato, e continua ad essere, letteralmente riversato su di loro dalle banche centrali che acquistano attività finanziarie nel futile tentativo di spingere l’attività economica e l’inflazione verso l’alto.

La ragione per cui questo denaro che viene spinto sugli investitori non spinge la crescita e l’inflazione molto più in alto è che gli investitori che lo ricevono preferiscono investirlo piuttosto che spenderlo. Questa dinamica sta ricreando una dinamica detta “spingere su una corda”, una cosa già accaduta molte volte nella storia (anche se non nella nostra vita) ed è stata spiegata a fondo nel mio libro Principles for Navigating Big Debt Crises.

Come risultato di questa dinamica, i prezzi delle attività finanziarie sono saliti notevolmente e i rendimenti futuri attesi sono scesi, mentre la crescita economica e l’inflazione rimangono deboli.

Gli aumenti dei prezzi e i conseguenti bassi rendimenti attesi non sono veri solo per le obbligazioni, ma anche per le azioni, il private equity e il capitale di rischio, anche se i bassi rendimenti attesi di queste attività non sono così evidenti come lo sono per gli investimenti obbligazionari, perché gli investimenti azionari non hanno rendimenti cedolari “nominali” come le obbligazioni.

I rendimenti attesi sono lasciati alla “fantasia” degli investitori.

Siccome gli investitori hanno così tanti soldi da investire e per via delle storie di successo di azioni di aziende tecnologiche rivoluzionarie che vanno così bene, più aziende che in qualsiasi momento dai tempi della bolla dot-com, non hanno bisogno di realizzare profitti o addirittura avere progetti chiari per realizzare profitti per vendere le loro azioni, perché possono invece vendere i loro sogni a quegli investitori che sono inondati di denaro e di capacità di chiedere ulteriore debito.

Ci sono così tanti soldi interessati a comprare questi sogni che in alcuni casi gli investitori di venture capital stanno spingendo soldi verso startup che non ne vogliono più perché ne hanno già abbastanza; ma gli investitori minacciano di danneggiare queste aziende fornendo un enorme supporto ai loro concorrenti di startup se non prendono i soldi.

Questa spinta di denaro deriva dalla necessità di questi gestori di investimenti, in particolare i gestori di capitale di rischio e di private equity, che hanno ora grandi quantità di denaro impegnato e non investito e che invece devono investire per mantenere le loro promesse ai clienti e incassare le loro commissioni.

Intanto, i deficit pubblici esistono e quasi certamente aumenteranno in modo sostanziale

il che richiederà enormi quantità di debito in più da parte dei governi – importi che non possono essere naturalmente assorbiti senza far salire i tassi di interesse in un momento in cui un aumento dei tassi di interesse sarebbe devastante per i mercati e le economie perché il mondo è così a lungo sfruttato.

Da dove verrà il denaro per comprare queste obbligazioni e finanziare questi deficit?

Quasi certamente dalle banche centrali, che acquisteranno il debito prodotto con moneta appena stampata. Tutta questa dinamica in cui la finanza sana viene buttata fuori dalla finestra continuerà e probabilmente accelererà, soprattutto nei paesi della valuta di riserva e nelle loro valute, vale a dire negli Stati Uniti, in Europa e in Giappone, e in dollari, euro e yen.

Allo stesso tempo, cresceranno le pensioni e la spesa sanitaria, mettendo all’angolo le compagnie assicurative che sono tenute a pagarli. In questo momento molti fondi pensione che hanno investimenti destinati a soddisfare i loro obblighi pensionistici utilizzano rendimenti presunti, concordati con le autorità di regolamentazione, per i propri bilanci.
Essi sono tipicamente molto più alti (circa il 7%) dei rendimenti di mercato che sono incorporati nel prezzo e che possono realisticamente essere realizzati.

Di conseguenza, molti di coloro che hanno l’obbligo di fornire il denaro necessario a pagare queste pensioni difficilmente hanno abbastanza denaro per soddisfare i loro obblighi.

I beneficiari che si aspettano che questi impegni siano rispettati sono tipicamente insegnanti e altri dipendenti pubblici che sono anch’essi schiacciati dai tagli di bilancio. È improbabile che accettino tranquillamente che i loro sussidi vengano tagliati.

.

La maggior parte degli obblighi sanitari sono invece finanziati in base al principio di ripartizione, e a causa dei cambiamenti demografici, in cui meno persone che guadagnano meno devono sostenere una popolazione più ampia di baby boomer che stanno invecchiando e necessitano di assistenza sanitaria, non c’è abbastanza denaro per finanziare questi obblighi.

Poiché non c’è abbastanza denaro per finanziare questi obblighi pensionistici e sanitari, ci sarà probabilmente una brutta battaglia per determinare quanto del divario sarà colmato da

  1. Taglia delle prestazioni
  2. Aumenti di tasse
  3. stampando denaro (che dovrebbe essere fatto a livello federale e passare a coloro che ne hanno bisogno a livello statale).

Questo allargherà le disuguaglianze.

Nessuno di questi tre percorsi è buono, ma stampare denaro è il percorso più facile perché è il modo più nascosto di trasferire ricchezza e tende a far salire i prezzi dei beni.

Dopo tutto, il debito e le altre obbligazioni finanziarie che sono denominate nella quantità di denaro dovuto richiedono solo ai debitori di consegnare denaro; poiché non ci sono limitazioni sulla quantità di denaro che può essere stampato o sul valore di quel denaro, stamparlo è la via più semplice.

Il grande rischio di questo percorso è che minaccia la vitalità delle tre principali valute di riserva mondiale come valide riserve di ricchezza.

Allo stesso tempo, se i politici non possono monetizzare questi obblighi, allora la battaglia tra ricchi e poveri su quante spese dovrebbero essere tagliate e quante tasse dovrebbero essere aumentate sarà molto peggiore. Di conseguenza, i capitalisti ricchi si sposteranno sempre più spesso in luoghi in cui i divari di ricchezza e i conflitti sono meno gravi e i funzionari governativi di coloro che perdono questi grandi contribuenti cercheranno sempre più spesso di trovare il modo di intrappolarli.

Intanto il denaro è essenzialmente gratuito

per coloro che hanno denaro e solvibilità, ma è essenzialmente inaccessibile per coloro che non hanno denaro e solvibilità, il che contribuisce all’aumento delle disuguaglianze di ricchezza, di opportunità e di rappresentatività politica.

A questi divari contribuiscono anche i progressi tecnologici di cui gli investitori e gli imprenditori menzionati in precedenza sono entusiasti nei modi che ho descritto, e che possono sostituire i lavoratori con macchine e software.

Poiché il processo di “trickle-down, che consiste nel fare cadere dall’alto verso il basso profitti e credito non sta funzionando, il sistema di trasmissione che rende utile il capitalismo per la maggior parte delle persone è rotto.

Questo insieme di circostanze è insostenibile e certamente non può più essere portato avanti come  è stato portato avanti finora dal 2008.

Questo è il motivo per cui credo che il mondo si stia avvicinando a un grande cambiamento di paradigma.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

piano_inclinato

Account gestito a cura dello Staff
piano_inclinato

Latest posts by piano_inclinato (see all)

Precedente Ma cos'è questa crisi? Successivo La cattiva strada

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.