Il senso di Snoopy per la vita

Tempo stimato di lettura: 1

Foto e storie.

Ogni sabato, a partire da oggi, Primo Piano, la nuova rubrica di cultura ed entertainment del weekend, fa capolino per rilassarvi dalle fatiche economico-finanziarie della settimana, proponendovi delle stimolanti distrazioni.

Ma questo sabato non è un sabato qualunque: cercherò di farvi evadere, ma sarà difficile distrarsi veramente.

La storia che sto per raccontare é la storia di una notte insonne.

Mi giravo e rigiravo nel letto , il pensiero fisso agli amici di Parigi, quando ad un tratto,  avverto un sommesso ticchettìo. All’inizio leggero, poi sempre più forte. Nel buio, cerco l’interruttore, accendo la luce. In fondo alla camera, in un angolo, Snoopy! il cane di Charlie. Proprio lui. Mi stropiccio gli occhi, ma é sempre li, accovacciato sul tetto della cuccia intento a scrivere a macchina, lo sguardo assorto anche quando dalla sorpresa caccio potente un urlo. Snoopy non si scompone anzi accenna un sorriso.

“Era una notte buia e tempestosa. Improvvisamente echeggiò uno sparo”

poi alza gli occhi al cielo, scuote il capo e triste per il suo Charlie, strappa il foglio, ne prende uno nuovo, bianchissimo e riscrive:

“Era una notte buia e tempestosa. Improvvisamente echeggiò un bacio”

poi salta giù e mi abbraccia.

Qui il sogno s’interrompe: non sento più il picchiettìo dei tasti: Snoopy é andato via, sparpagliate per terra sue vecchie foto

image

©Charles Schulz
image
Michael Jackson and Snoopy, 1984

 

image

Apollo 10 missioni commander Thomas Stafford on the way to launch on May 18, 1969

 

image

Elliott Erwitt,  Macy’s Thanksgiving Day Parade (NYC 1988)

Tra le foto, scostandole, trovo una matita ed un biglietto:

#JeSuisCharlie

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Daniela Pepe

Anima migrante, laureata in economia. Lasciò tutto per l'America viaggiando in Transiberiana. Vive a Roma ma il suo cuore è a Tel Aviv

Latest posts by Daniela Pepe (see all)

Precedente Congiuntura: prezzo del petrolio ed effetti sul reddito Successivo Pian piano: tristi botti di inizio anno

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.