Un mercato Renmimbambito?

Tempo stimato di lettura: 1

La moneta nazionale cinese continua, lentamente, la sua discesa. Nel 2016 il suo calo contro dollaro è di circa il 7%, ma a differenza di quanto successo lo scorso anno -quando alle discese del renmimbi corrispondevano fasi di elevato nervosismo dei mercati finanziari- quest’anno le reazioni sono state molto composte.

Che cosa è cambiato?

Ad agosto del 2015 la People Bank of China cambiò la gestione (fluttuazione) del cambio col dollaro, un gesto di “rottura” che portò incertezza e fece sospettare che potessero seguire forti movimenti di capitale in uscita. Da allora il movimento del cambio è stato costante e graduale, e per la verità non così ingente: il calo rientra nella normalità delle variazioni fra monete. Inoltre dal 2011 il renmimbi era cresciuto parecchio e questo ritracciamento, per ora, costituisce un rientro solo parziale. Il timore, insomma, che la scelta cinese implicasse un brusco rallentamento economico ed un rischio deflazione globale è oggi decisamente stemperato.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

L'Alieno Gentile

Precedentemente conosciuto con il nickname Bimbo Alieno, L'Alieno Gentile è un operatore finanziario dal 1998; ha collaborato con diverse banche italiane ed estere.
Contributor OCSE nel 2012, ancora oggi gestisce attivamente patrimoni finanziari

Latest posts by L'Alieno Gentile (see all)

Precedente La fiducia è la premessa del successo Successivo Un gioco perdente

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.