The magnificent ten! Angelo Bardini

It is obvious that we can no more explain a passion to a person who has never experienced it than we can explain light to the blind.

T. S. Eliot,

 

Rieccoci con i magnifici dieci! Ritorniamo sul luogo del delitto, ovvero tra le vostre belle scalette da pubblicare su Piano Inclinato. Il sottoscritto ed Angelo, il protagonista di oggi, si sono conosciuti anche nel mondo della materia e non solo tra le pieghe del digitale, di cavi sottomarini e segnali elettrici. Ho passato un pomeriggio ad ascoltarlo in una biblioteca che aveva pensato e realizzato per una scuola in un paesino di provincia, aprendola anche al pubblico. Quel giorno eravamo in tre, io, Ilenia e lui che raccontava e spiegava. L’ho poi risentito parlar di scuola in un convegno o due. Non è certo abbastanza per conoscere una persona, ma anche in un paio di ore qualcosa intravedi, un’idea te la fai, magari sbagliata, ma te la fai. Respiri un’atmosfera, le parole oltre al significato hanno un suono. Ora ho un altro indizio essenziale: una scaletta di canzoni da un appassionato di jazz, direttore artistico di un locale e pirata che porta i jazzisti nelle scuole e li fa suonare davanti ai ragazzi. Cosa penso?

Penso che Angelo faccia le cose con passione ed infatti spuntano ben due Leonard Cohen a darmi ragione. Se ne fotte dei calcoli e del tempo speso e se ci crede lo fa o almeno ci prova. La scaletta gronda di questa passione e mi conferma i ricordi che ho di quel pomeriggio di ormai 10 anni fa. In un paese, l’Italia, incapace di fare architettura delle belle idee che emergono dai singoli e le lascia ad esaurirsi in vicoli ciechi, Angelo va avanti cocciuto, perché la musica la ama e non riesce a togliersela di dosso. Succede così con le passioni, vai a nanna con un’idea, la fai rimbalzare in testa finché Morfeo non arriva a rapirti e te la ritrovi davanti al mattino quando il Dio se ne va. Vabbé e poi che dire dello splendore di Tim Buckley su cui devo assolutamente fare una monografia, perché è sempre meraviglioso ascoltarlo o della chitarra di Jimmy Page con la cavalcata “wagneriana” di “Immigrant Song”?

Tra Cohen e Buckley inciampiamo in un De André buio e in altre prelibatezze tra cui un Bowie per intenditori…Ma alla fine è la passione a farla da padrona. Non a caso chiudiamo con la nevrosi postmoderna di un paradiso borghese in cortocircuito ovvero con i Talking Heads di “Man in a Lifetime”, dove una montagna di bisogni indotti travolge un’evidente assenza di autenticità. La passione, anche quando è nera, si mostra nuda, senza infingimenti e regala momenti di senso nel suo svelarsi. Vediamo la scaletta insieme, costruita anche con una coda, un sipario per pianoforte. Tutto inizia con un sogno, attraversa amori e altre tempeste e pare evaporare impalpabile tra le note di un Mehldau con “Exit Song”. Sarà stato tutto un sogno?

Innocent When You Dream – Tom Waits
Chelsea Hotel #2- Live at the Beacon Theater – Leonard Cohen
If I Should Fall Behind – Live in Dublin – Bruce Springsteen
Bitter Sweet Symphony – The Verve
Thanks for the Dance – Leonard Cohen
Port of Amsterdam – David Bowie with Tony Visconti Trio
Morning Glory – – Tim Buckley
Ho visto Nina Volare – Fabrizio De André
Immigrant Song – Led Zeppelin
Once in a Lifetime- Talking Heads
Exit Music – Brad Mehldau

Desiderate qualcosa di diverso dalla bella scaletta di Angelo Bardini? Il jukebox di Mr Pian Piano con tutti i musicisti e le musiciste del nostro intrigante menù è come ogni domenica a vostra completa disposizione: classica, jazz, pop, rock e ambient sono lì ad aspettarvi. Non vi resta che calarvi in un nuovo viaggio e raggiungere a piedi il bar “Piano Inclinato” dove durante la settimana si parla d’economia, mentre al sabato ed alla domenica, letteratura, musica e scienza occupano il locale. Il padrone di casa Alieno Gentile sarà lieto di accogliervi. Se volete scoprire in dono altre monografie e playlist curate da Mr Pian Piano di decine e decine e decine (e decine) di superbi musicisti avete ben tre opzioni!

1) CLICK QUI e l’archivio delle monografie di grandi musicisti in ordine alfabetico vi si aprirà per magia.

2) CLICK QUI se preferite navigare nel nostro archivio di compilation.

3) CLICK QUI se siete incontentabili e desiderate esplorare arcane connessioni tra musica ed arte.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Latest posts by Mr Pian Piano (see all)

Pubblicato da Mr Pian Piano

king for a day, fool for a lifetime

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.